Locali commerciali e sfratto per morosità

«Buongiorno, può il conduttore di un immobile ad uso commerciale, al fine di evitare lo sfratto per morosità, giustificare il mancato pagamento del canone di locazione a causa delle difficoltà economiche dovute al Covid-19?»

Risponde l’avvocato Elena De Simone, di Confconsumatori Parma.

Lo sfratto per morosità, disciplinato dall’art. 658 c.p.c., è un particolare procedimento speciale previsto dalla legge che consente al locatore di ottenere, in caso di mancato pagamento del canone di locazione e degli oneri accessori da parte dell’inquilino, il rilascio del proprio immobile in tempi brevi.
Il locatore, al fine di intimare lo sfratto per morosità, dovrà esibire in giudizio il titolo giustificativo del suo diritto - ossia un contratto di locazione scritto e registrato - nonché il mancato pagamento del canone di locazione decorsi 20 giorni dalla scadenza o degli oneri condominiali decorsi due mesi dalla richiesta.
Incombe invece sul debitore l’onere di dimostrare il fatto estintivo della pretesa altrui.
Al riguardo, non sarà sufficiente, al fine di evitare lo sfratto per morosità, giustificare genericamente il mancato pagamento del canone di locazione a causa delle difficoltà economiche generate dalla diffusione del Covid-19, ma bisognerà addurre delle prove specifiche del collegamento eziologico tra l’inadempimento e la causa del mancato pagamento del corrispettivo, come ad esempio nel caso in cui il rispetto delle misure di contenimento della pandemia abbia impedito concretamente di utilizzare i locali secondo la loro destinazione, o nel caso in cui l’attività svolta nei locali condotti in locazione fosse rientrata tra quelle chiuse durante la pandemia per il contenimento dei contagi come ad esempio palestre, piscine o impianti sportivi.
In questo ultimo caso, è stato lo stesso legislatore che espressamente ha dato al conduttore la possibilità di chiedere una riduzione del canone di locazione. In nessuna ipotesi, comunque, è possibile per il conduttore sospendere il pagamento del canone di locazione o ridurlo in modo autonomo.

Per informazioni contattare Confconsumatori Parma: al seguente indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e 0521/230134

Pubblicato il 03/08/2022

2022