Condominio: come si può revocare il mandato dell’amministratore?

«Buongiorno, vorrei sapere in quali casi è possibile revocare il mandato di un amministratore di condominio.»

Risponde l’avvocato Elena De Simone di Confconsumatori Parma.

Il rapporto che lega l’amministratore di condominio ai condomini trova la sua fonte giuridica nel mandato con rappresentanza.
Più precisamente il mandato con rappresentanza è quella forma di contratto con cui una parte assume l'obbligo di compiere uno o più atti per conto e nell'interesse dell'altra parte.
In particolare, l’amministratore, nell’esplicazione del mandato ricevuto dall’assemblea, è qualificabile come professionista intellettuale e in quanto tale, essendo il rapporto che si instaura con il Cliente, dunque con il Condominio, un vero e proprio contratto, basato sulla fiducia, può sempre essere revocato in qualunque momento dall’assemblea dei condomini, anche prima della scadenza annuale. In questo caso, però, il Condominio dovrà rimborsare all’amministratore le spese da questi sostenute e pagare il compenso per l'opera prestata.

La revoca del mandato ad amministrare il condominio, quindi, può essere considerata un'ipotesi di recesso unilaterale dal contratto che avviene mediante la delibera assunta a maggioranza qualificata dall'assemblea dei condomini (maggioranza dei presenti che rappresentino almeno la metà del valore dell'edificio art. 1129, comma 11, c.c.).
L’assemblea dei condomini deve essere convocata dall'amministratore su richiesta di almeno due condomini che rappresentino almeno un sesto del valore dell'edificio; oppure, in mancanza di convocazione da parte dell’amministratore, dagli stessi condomini richiedenti.

La revoca dell’amministratore può inoltre essere disposta dall’autorità giudiziaria, su ricorso anche di un solo condomino, quando si verifichino gravi irregolarità nella gestione del condominio (ad esempio, in caso di mancata esecuzione di provvedimenti giudiziari e amministrativi o di deliberazioni dell'assemblea, oppure di mancata apertura ed utilizzazione del conto corrente condominiale, situazione quest’ultima ancor più grave se si accerta una cattiva gestione dei fondi).
In tutti i casi la richiesta di revoca deve essere inserita nell'ordine del giorno dell’assemblea condominiale.

Per informazioni contattare Confconsumatori Parma: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o tel. 0521/230134

Pubblicato il 06/07/2022

2022