#maisoliconancescao – Solidarietà e integrazione ai tempi del Coronavirus con i volontari de “LaRosaAmara” A.P.S.

A Cascina (PI) proseguono le iniziative e i progetti promossi dall’Associazione “La RosaAmara” per combattere solitudine e fragilità.

#maisoliconancescao

Anche in piena emergenza ANCeSCAO continua ad occuparsi della comunità riservando progetti e iniziative soprattutto a chi, in questo periodo difficile, vive situazioni di disagio e difficoltà. Tra le tante attività realizzate volte a dare un aiuto concreto, anche quelle promosse dai volontari dell’Associazione “La RosaAmara” di Cascina (PI), in Toscana, che da subito si sono dimostrati attenti e vicini ai bisogni della popolazione più anziana… e non solo.

UN AIUTO AGLI ANZIANI SOLI

Da sempre attivi sul territorio e fortemente solidali nei confronti delle persone più fragili, durante le prime settimane di emergenza i volontari ANCeSCAO hanno avviato la consegna di spesa e farmaci a domicilio. Assieme ad un team di esperti e professionisti è stato inoltre attivato il sostegno per anziani soli, un intervento mirato alla riduzione dell’isolamento e del senso di solitudine. Seguendo tutte le normative di sicurezza, sono state svolte attività individuali finalizzate a prevenire il rischio di depressione, promuovere attività ricreative, creare gruppi sociali online e ad assicurare sostegno emotivo e psicologico a domicilio o via telefono.

L’ESPERIENZA ORTIVA DEL PROGETTO "NON C'È CAMPO"

Negli ultimi giorni La RosaAmara ha potuto riprendere anche un importante progetto di agricoltura sociale, il primo sul territorio cascinese, rivolto al tema della disabilità e della salute mentale. “Non c’è campo” ha preso il via nel mese di Febbraio negli spazi verdi attigui alla “Casa Rosa” – un luogo interamente dedicato ad attività ed esperienze sociali – grazie al sostegno del Comune di Cascina e di Unicoop Firenze, con l’obiettivo di favorire l’autonomia e l’integrazione delle persone colpite da disabilità. L’attività ortiva ha coinvolto in prima linea gli anziani dei centri aggregativi del territorio, che hanno messo in campo la propria esperienza per coltivare non solo fiori e ortaggi, ma anche nuove possibilità di crescita e arricchimento personale. 

“Non c’è campo” è supportato dalla Società della Salute della Zona Pisana e realizzato con il contributo del Ministero del Lavoro della Regione Toscana, e in partenariato con Misericordia Latignano e Centro Sociale Cascinese.

 

In un momento tanto delicato l’impegno e la dedizione dei volontari ANCeSCAO si dimostrano essere una risorsa indispensabile e concreta per consolidare legami sociali e importanti valori di solidarietà, più importanti che mai in questo periodo, attraverso percorsi di crescita collettiva e individuale che da sempre vengono promossi negli orti e nei centri.

Toscana, 2020, #maisoliconancescao