Il Barometro AGE: la situazione degli anziani in Europa [Parte 2]

Com’è la situazione degli anziani nei vari paesi Europei? AGE Platform Europe ha deciso di monitorare con cadenza annuale tutto ciò che succede attorno al ”pianeta anziani”. Scopriamo alcune informazioni nella seconda parte dell'articolo dedicato al Barometro AGE.

Situazione degli anziani in Europa

A QUANTO AMMONTA L’ASSEGNO DI PENSIONE NEI VARI PAESI EUROPEI E QUALI SONO LE DIVERSITÀ FRA UOMINI E DONNE?

L’assegno di pensione rappresenta ovviamente una percentuale ridotta di quanto percepito come ultimo stipendio; questa percentuale varia notevolmente fra i vari stati dell’Unione Europea. La situazione migliore si ha proprio da noi in Italia con un assegno di pensione mediamente uguale al 73% per gli uomini e al 56% per le donne. La media Europea è del 61% fra gli uomini e 55% fra le donne.

Di seguito la classifica fra i vari stati:

  1. Fra gli uomini: Italia 73%, Grecia e Spagna 69%, Francia 68%, Svezia 59%, Inghilterra 58%, Olanda 56%, Finlandia e Belgio 51%, Germania 46%, Danimarca 43%, Irlanda 35%.
  2. Fra le donne: Francia 67%, Italia e Grecia 56%, Svezia 54%, Inghilterra, Spagna e Finlandia 51%, Danimarca 49%, Germania e Olanda 48%, Belgio 47%, Irlanda 38%.

PARLIAMO ADESSO DI ASPETTATIVA DI VITA; COME VARIA NEI DIVERSI PAESI EUROPEI?

La Spagna e l’Italia hanno il primato per quanto riguarda l’aspettativa di vita in assoluto (83,5 anni per la Spagna e 83,4 per l’Italia); sono seguiti dalla Francia (82,7 anni). Per quanto riguarda l’aspettativa di vita senza gravi problemi di salute l’Italia è preceduta dalla Svezia con 73,2 anni (per l’Italia l’aspettativa è di 67,4 anni).

Di seguito le classifiche in dettaglio:

  1. Aspettativa di vita in assoluto: Spagna 83,5; Italia 83,4; Francia 82,7; Svezia 82,4; Olanda 81,7; Belgio 81,5; Inghilterra 81,2; Germania 81.
  2. Aspettativa di vita senza gravi problemi di salute: Svezia 73, 2; Italia 67,4; Spagna 66,2; Belgio 63,8; Francia 63,4; Inghilterra 63,1, Olanda 60,3.

Schermata 2020 04 08 alle 09.31.38

QUALI SONO I TREND IN EUROPA DELLA SITUAZIONE DEGLI ANZIANI SE FACCIAMO UN RAFFRONTO DEGLI ULTIMI DATI CON QUELLI DEL 2012?

Analizziamo i vari aspetti:

  1. Rischio di povertà: a livello Europeo si nota un lieve miglioramento; è cioè leggermente più bassa la percentuale di anziani che sono a rischio di divenire “poveri”. Se si considerano le singole nazioni, i miglioramenti sono più marcati (superiori all’1,5%) quasi dappertutto con le eccezioni dell’Olanda (situazione quasi stazionaria sia per uomini che per donne). In controtendenza la situazione della Germania (netto peggioramento per entrambi i sessi) e dell’ Inghilterra dove c’è un peggioramento per le donne. In Italia migliora leggermente la situazione per gli uomini mentre è in netto miglioramento la situazione delle donne, facendo così diminuire il gap di genere almeno in questo parametro.
  2. Occupazione nella fascia d’età 55-64 anni: il miglioramento è netto in tutti i paesi sia per gli uomini che per le donne.
  3. Discriminazione di genere per quanto riguarda la consistenza dell’assegno di pensione: è in netta diminuzione in quasi tutti i paesi; fanno eccezione: l’Italia (situazione stazionaria), l’Olanda (la diminuzione del gap è solo marginale), la Spagna dove addirittura c’è un leggero incremento del gap.

Schermata 2020 04 08 alle 09.35.06

QUAL È L’ETÀ NECESSARIA PER LA PENSIONE DI VECCHIAIA IN ITALA E NEGLI ALTRI PAESI EUROPEI?

Con i 67 anni necessari per accedere alla pensione di vecchiaia l’Italia è al top della classifica insieme a Grecia e Olanda. Seguono: Irlanda 66 anni; Germania e Spagna rispettivamente con 65 anni e 9 mesi e 65 anni e 8 mesi ma entrambi con il programma di raggiungere i 67 anni (in Germania si discute addirittura di 69 anni); Inghilterra con 65 anni e 6 mesi ma con il raggiungimento dei 67 anni fra il 2026 e il 2028; Belgio con 65 anni; Francia 62 anni; Svezia con età variabile fra 61 e 67 anni.

QUAL È IL VALORE MEDIO DEL NUMERO DI ANNI DI LAVORO PRIMA DI ANDARE IN PENSIONE?

La media Europea è di 36 anni (38 anni e 6 mesi per gli uomini e 33 anni e 7 mesi per le donne). Nei singoli stati le medie degli anni lavorativi prima della pensione sono:

  • Svezia 41 anni e 9 mesi; Olanda 40,5 ; Danimarca 39,9; Inghilterra 39,2; Germania 38,7; Finlandia 38,6; Irlanda 37; Francia 35,4; Spagna 35,2; Belgio 33,2; Grecia 32; Italia 31 anni e 8 mesi.

Come si vede l’Italia è fra le nazioni in cui si accede alla pensione di vecchiaia più tardi (a 67 anni) ma gli anni lavorativi sono i più bassi in Europa.

 

2020