L’esperto risponde

I consulenti Ancescao al servizio di tutti gli associati per chiarimenti ed approfondimenti sui temi dell'Associazione

Notizie

ROMA - ANCeSCAO–A.P.S. COMPRENSORIO DI ROMA, INSIEME ALLA COMMISSIONE NAZIONALE ATTIVITA’ FORMATIVA.

Giovedì 8 novembre u.s., presso il Centro Sociale Anziani “Vasca Navale”, situato alle spalle dell’Università Roma Tre nella zona sud della Capitale, si è realizzato un evento promozionale promosso dall’ANCeSCAO A.P.S. Struttura Comprensoriale di Roma, denominato “Festa Provinciale ANCeSCAO della Terza Età 2018”, in cui si sono fusi due circostanze particolarmente rilevanti per tutti i soci del territorio romano.

Infatti, come ha sottolineato nell’apertura della manifestazione il Presidente del Comprensorio dell’ANCeSCAO – A.P.S. di Roma, Antonio Battista, dopo aver ringraziato tutti i presenti ed espresso gratitudine al Presidente del centro, Giuseppe Ferrante, ed ai suoi iscritti che hanno collaborato per aver accolto lo svolgimento di tale appuntamento nei loro locali, al termine di un anno così importante per tutti i nostri Soci, si è ritenuto opportuno condividere l’entusiasmo dell’evoluzione e crescita della nostra Associazione, concretizzata con l’adozione di un nuovo Statuto Nazionale, risultato di un lungo e progressivo percorso di approfondimento e riflessione conclusosi nell’Assemblea Straordinaria del maggio scorso, alla quale hanno contribuito molti dei rappresentanti dei Centri e delle Associazioni romane affiliate.

Allo stesso tempo, però, il Presidente Battista ha posto l’accento sull’inderogabile esigenza di utilizzare al meglio tale occasione per offrire a tutti i propri soci ed ai potenziali nuovi affiliati un esaustivo quadro sulle norme, regolamenti ed adempimenti amministrativi e fiscali, che avranno impatto sulle nostre realtà associative, con la progressiva entrata in vigore del Codice del Terzo Settore.

Grazie all’ausilio e supporto didattico del Responsabile della Commissione Nazionale per l’Attività Formativa dell’ANCeSCAO – A.P.S., Andrea Mazza, si è realizzato un ampio ed approfondito incontro didattico sull’impatto normativo, gestionale e tributario sulle quotidiane attività delle associazioni di promozione sociale, delle organizzazioni di volontariato e dei Centri Comunali per Anziani, a cui hanno assistito con interesse ed attenzione ben 65 partecipanti in rappresentanza dei Soci affiliati nei Municipi di Roma Capitale e dei Comuni della Provincia.

Oltre a sottolineare la  gradita presenza del giovane Presidente del Municipio VIII di Roma Capitale, Amedeo Ciaccheri, e dell’altrettanto giovane Assessora alle Politiche Sociali della sua giunta, Alessandra Aluigi, e di altri Consiglieri Comunali di altre Amministrazioni Locali della Provincia di Roma, che hanno dimostrato in tal modo l’interesse istituzionale di approfondire e comprendere bene le implicazioni di tale riforma sui servizi e sulle attività assicurate ai propri cittadini, si ritiene importante  porre in evidenza come l’esposizione degli argomenti pur complessi è stata resa molto vivace, comprensibile ed interattiva grazie alla capacità di dialogo sia di Andrea Mazza sia degli interventi e dei contributi assicurati dal nostro Presidente Nazionale di ANCeSCAO Esarmo Righini, della Vice Presidente del Consiglio Nazionale e Delegata Nazionale al Forum del Terzo Settore, Daniela D’Arpini, del Consigliere Nazionale e Coordinatore della Commissione Sviluppo Territoriale, Michelino Lucidi, e del Consigliere Nazionale e Presidente della Struttura Regionale del Lazio, Vittorio Smiroldo, che, ciascuno per le proprie qualificate competenze ed esperienze, hanno risposto in maniera dettagliata ai vari quesiti ed hanno assicurato adeguati chiarimenti per dissipare i molti dubbi, sorti nell’affrontare questa comune riflessione sull’esigenza ormai indissolubile di adottare una coerente e corretta gestione amministrativa e fiscale delle attività svolte, nel rispetto delle leggi vigenti e di quelle che progressivamente entreranno in vigore con l’attivazione del Registro Unico degli Enti del Terzo Settore.

Il Presidente Esarmo Righini, concludendo i lavori, ha confermato la disponibilità degli Uffici Nazionali e delle Strutture Regionali e Comprensoriali di garantire il massimo appoggio a tutti coloro, che vorranno affrontare in maniera serie e coerente la nuova sfida organizzativa, che l’attuazione del Codice del Terzo Settore lancia all’ANCeSCAO A.P.S. ed a tutte le realtà del no profit, dal momento che chi vorrà operare negli ambiti previsti da tale riforma, dovrà necessariamente essere pienamente consapevole delle responsabilità legali, amministrative e fiscali, che da oggi in poi ne deriveranno.

Il Presidente Antonio Battista ha, quindi, confermato che la Struttura Comprensoriale di Roma dell’ANCeSCAO A.P.S., come già sta facendo da molti mesi, è pienamente disponibile ad affiancare i dirigenti dei vari Soci ed anche i rappresentanti degli Enti Locali nell’esaminare le varie problematiche, che potrebbero essere emerse nell’odierna discussione per poter valutare in maniera chiara e completa le scelte migliori da compiere, consapevoli delle responsabilità che ne conseguono e consci delle molteplici opportunità, che potranno essere assicurate attraverso l’adesione all’ANCeSCAO A.P.S. .

a cura di ANCeSCAO A.P.S. Struttura Comprensoriale di Roma-

Galleria Immagini