L’esperto risponde

I consulenti Ancescao al servizio di tutti gli associati per chiarimenti ed approfondimenti sui temi dell'Associazione

Notizie

Rapporto sull'invecchiamento nel 21° secolo

 

Il rapporto presentato il 7 gennaio a Roma presso la Comunità di Sant'Egidio, analizza la situazione delle persone anziane ed esamina i progressi effettuati nell'adozione di politiche ed azioni da parte dei governi dopo la seconda Assemblea mondiale sull'invecchiamento nel 2002 a Madrid e riguardo all'attuazione del piano di azione internazionale concepito per rispondere alle opportunità e alle sfide di un mondo che invecchia. Il documento rileva che sono stati fatti importanti progressi in molti paesi grazie all'adozione di nuove politiche, strategie, piani e leggi sull'invecchiamento.

L'invecchiamento riguarda tutti i paesi e la sua progressione è più rapida in quelli in via di sviluppo; attualmente 7 tra 15 paesi che hanno oltre 10 milioni di anziani sono in via di sviluppo. Si vive più a lungo grazie alla migliore alimentazione, ad una  maggiore igiene, ed ai progressi nel campo della medicina, dell' istruzione e del benessere economico.

L'invecchiamento della popolazione è un fenomeno che non deve essere ignorato ed il rapporto pubblicato dal Fondo delle Nazioni Unite per la Popolazione (Unfpa) e da HelpAge International ci richiama ad una maggiore attenzione, in modo particolare ai governi ed alle reti di organizzazioni che rivolgono le loro attività e servizi agli anziani. 

L'ANCeSCAO nazionale, con il Tesorire Angelo Formica, ha partecipato all'evento ed ha ascoltato con interesse il relatori: Jomo Kwame Sundaram Assistant Director General FAO, Silvia Stefanoni Vicepresidente HelpAge International, Daniela Pompei consigliere del Ministro per la Cooperazione Internazionle e l'Integrazione, Giovanna La Vecchia e Giuseppe Liotta Comunità Sant'Egidio che hanno illustrato il rapporto arricchito da approfondimenti sui problemi esposti.