Autismo e società: i volontari del Centro Anziani uniti per nuovi Progetti di vita

ANCeSCAO insieme a SIMUL VIVERE e Il Baco Onlus in occasione della Giornata Mondiale della Consapevolezza sull'Autismo.

Nel 2007 l'Assemblea Generale dell'ONU istituì la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull'Autismo che ogni anno, il 2 Aprile, ha l'obiettivo di richiamare l'attenzione sui diritti delle persone con autismo attraverso numerose iniziative realizzate da associazioni, famiglie ed enti che operano sul territorio per promuovere progetti sociali di autonomia e inclusione lavorativa. Secondo il Ministero della Salute, dall'accurato studio svolto dall'Osservatorio Nazionale per il monitoraggio dei disturbi dello spettro autistico, 1 bambino su 77 in età 7-9 anni presenta i primi sintomi, per questo è necessario promuovere sempre più momenti informativi oltre che potenziare servizi, risorse e politiche sanitarie, educative e sociali rivolte alle famiglie.

Tra le realtà che offrono percorsi d'integrazione specifici, l'impresa sociale SIMUL VIVERE di Cantalupo in Sabina (RI) si contraddistingue per accogliere ragazze e ragazzi autistici presso l'Ostello 'Le Ginestre' coinvolgendoli in tantissime attività volte a conquistare passo dopo passo autonomia e libertà (https://www.facebook.com/LeGinestreOstello). In occasione della 15a Giornata Mondiale sulla Consapevolezza dell'Autismo, SIMUL VIVERE e l'Associazione di Volontariato Il Baco Onlus hanno organizzato una giornata informativa e di presentazione di tutte le attività e i progetti futuri legati al disturbo dello spettro autistico, nonché le opportunità per sviluppare nuove forme di consapevolezza e partecipazione. La manifestazione, dedicata a famiglie, operatori e professionisti del settore e svoltasi sabato 9 aprile presso il Parco Camuccini di Cantalupo in Sabina, ha visto la collaborazione di diverse realtà locali tra cui anche il Centro Sociale Anziani ANCeSCAO "Per l'occasione abbiamo offerto il nostro contributo preparando un menù gastronomico assieme ai volontari della ProLoco; il ricavato verrà investito nell'acquisto dei materiali utili all'organizzazione dei laboratori didattici per i ragazzi. - racconta il Presidente Giancarlo Di Paola - Così facendo abbiamo voluto allo stesso tempo lanciare un importante messaggio: un Centro Sociale non è solo gite e passatempo ma qualcosa di più, un Centro Sociale deve aprirsi agli scopi umanitari e solidali lavorando per alleviare i problemi di chi ha più bisogno d'aiuto". 

Manifestazione realizzata con il patrocinio del Comune di Cantalupo in Sabina e la partecipazione delle associazioni Sabina Gong Hata Yoga Sabina, Ada Colli Sabini e numerosi artisti che hanno esposto le loro opere.

Lazio, #ripresAncescao, 2022