1° Ottobre: Giornata Internazionale delle persone anziane

Quest’anno ricorre il 30° anniversario della Giornata Internazionale delle Persone Anziane, istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 14 Dicembre 1990.

La Giornata è nata per:

  • Promuovere i diritti delle persone anziane;
  • Dare visibilità alla loro partecipazione attiva nella vita di comunità;
  • Riflettere sui progressi e sulle sfide che si incontrano nel voler assicurare eguali libertà e diritti;
  • Condurre una campagna di sensibilizzazione e impegno contro gli stereotipi e la discriminazione nei confronti di individui o gruppi sulla base della loro età.

Quest’anno la giornata è dedicata al tema: “Pandemie: Cambiamo il modo in cui affrontiamo l'età e l'invecchiamento”

Mai come quest’anno la Giornata Internazionale delle Persone Anziane deve rappresentare un momento di riflessione. Gli anziani sono quelli che hanno pagato il conto più caro della pandemia COVID: l’età media dei deceduti è al momento di 81 anni; i morti per Covid con età superiore a 70 anni rappresentano a oggi l’85% di tutte le persone decedute a causa della pandemia. Oltre il 60% dei deceduti era affetto da tre o più patologie associate; il 50% circa dei deceduti anziani era ospite di una RSA. Come sottolineato dal Presidente Mattarella, “in numerosi territori le tante vittime stanno decimando la generazione più anziana, composta da persone che costituiscono per i più giovani punti di riferimento non solo negli affetti ma anche nella vita quotidiana”.

Il COVID 19 ha messo anche in luce una poca attenzione ai diritti degli anziani e a volte una scarsa sensibilità: funerali vietati, anziani lasciati morire soli … In alcuni casi gli anziani sono stati “umiliati e offesi”, come ha fatto osservare il Prof. Marco Trabucchi, Presidente dell’Associazione Italiana di Psicogeriatria. “Si sono trovati ai margini degli interventi sia nelle case di riposo che negli ospedali e anche nelle proprie case. Offesi da un coro, inespresso o apertamente detto: “tanto sono dei vecchi…

La Giornata Internazionale delle persone anziane deve allora rappresentare un’occasione per reclamare un’azione coordinata a livello nazionale ed Europeo in favore degli anziani.

Noi di ANCeSCAO condividiamo in pieno i contenuti del comunicato stampa stilato da AGE Platform Europe in cui vengono richieste azioni concrete per:

  • Consentire a tutti – incluse le persone anziane - di vivere in maniera dignitosa e in buona salute e promuovere l’uguaglianza in tutte le fasi della vita;
  • Costruire una società basata sull’opportunità offerta a tutti – compresi gli anziani – di prenderne parte e con uguali diritti, una società che sia anche più coesa e solidale e si prende cura dei più fragili e fra essi degli anziani anche in segno di riconoscimento per il contributo che hanno dato alle famiglie e alla comunità.

2020