Cura Italia: agevolazioni per le associazioni

Nel presente articolo riepiloghiamo tutte le agevolazioni e le disposizione per le associazioni introdotte dal Decreto “Cura Italia”.

Aggiornamento del 9 Ottobre 2020. Realizzato dal Team Tecnico Nazionale di ANCeSCAO A.P.S.

Con legge 24 aprile 2020, n. 27, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il successivo 29 aprile 2020, e’ stato convertito in legge, con modificazioni, il decreto n.18 del 17 marzo 2020 (c.d. decreto “Cura Italia”).

Vi segnaliamo di seguito alcune conferme alla comunicazione precedente (sotto riportata) e alcune modifiche:

Articolo del 3 Aprile 2020. Realizzato dal Team Tecnico Nazionale di ANCeSCAO A.P.S.

AGEVOLAZIONI DI CARATTERE LEGALE/NORMATIVO:

Proroghe riguardanti il Terzo settore introdotte nell’art. 35 del decreto “Cura Italia” (DL 17 marzo 2020, n. 18):

AGEVOLAZIONI DI CARATTERE FISCALE E AMMINISTRATIVO:

Alla data attuale e a seguito del DL 18/2020 sono previste una serie sospensioni di versamenti e adempimenti tributari, con scadenza originaria successiva all’8/03/2020, a favore di Onlus, Organizzazioni di Volontariato e Associazioni di Promozione Sociale, qui di seguito elencati:

Tra le misure previste dal Decreto “Cura Italia” di interesse per i Centri Soci, vi sono le seguenti:

Per le sole associazioni che hanno anche collaboratori con rapporto di lavoro dipendente o con altre tipologie di collaborazioni retribuite (no rimborsi spese):

Info: Per informazioni e richieste di chiarimenti, contatta il Team Tecnico Nazionale di consulenza scrivendo una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.