#ripresAncescao – Approvato il bilancio d’esercizio 2020 della Struttura Regionale ANCeSCAO Veneto A.P.S.

Nella storica ed austera Abbazia della Vangadizza (970/1770) a Badia Polesine (RO), presso la sala convegni B. Soffiantini all’interno del chiostro a pianta trapezoidale, per gentile concessione dell’Amministrazione comunale si è tenuta l’Assemblea Ordinaria della Struttura Regionale ANCeSCAO Veneto per l’approvazione del Bilancio consuntivo 2020.

Erano presenti oltre la metà dei Centri Soci della Struttura ANCeSCAO Veneto attualmente composta da 60 Centri Soci.

Ha fatto gli onori di casa il presidente del C.R.A.B. di Badia Polesine sig. Riccardo dal Ben il quale ha salutato tutti i convenuti ringraziando il Direttivo della Struttura Regionale ANCeSCAO Veneto per aver scelto quale location dell’Assemblea, l’Abbazia della Vangadizza a cui adiacente si trova la Sede dello stesso C.R.A.B.

Assume la presidenza dell’Assemblea il Presidente Regionale della Struttura ANCeSCAO Veneto sig. Leone Carollo  e propone di nominare segretaria verbalizzante la presidente della Struttura Provinciale ANCeSCAO di Rovigo la signora Mara Barison componente anche del Consiglio Direttivo Regionale ANCeSCAO Veneto con unanime approvazione.

Prendendo la parola il presidente dell’Assemblea Leone Carollo, saluta tutti i convenuti dichiarandosi soddisfatto della partecipazione del Centri Soci nonostante il periodo estivo. Rivolge un saluto ed un ringraziamento particolare al Sindaco di Badia Polesine dott. Giovanni Rossi ed al Vice Presidente Vicario dell’Associazione Nazionale ANCeSCAO dott. Franco Bernardi per aver ambedue accettato l’invito a partecipare all’Assemblea.

Viene ceduta subito la parola al Sindaco il quale dichiara di aver accettato ben volentieri l’invito, saluta i convenuti rendendosi sempre disponibile all’accoglienza delle Associazioni nella struttura dell’Abbazia di proprietà comunale.

Portando i saluti dell’Amministrazione Comunale sottolinea la sua personale attenzione alle persone della terza età, terza età che pian piano sta aumentando anche nel Comune di Badia Polesine rappresentando circa il 25% dei cittadini.

Ha continuato apprezzando gli scopi sociali a cui si dedicano sia la Struttura Regionale ANCeSCAO Veneto che i rispettivi Centri Soci fra i quali il C.R.A.B. di Badia Polesine, sempre attivo ed attento alle necessità degli anziani, promuovendo attività di carattere ludico, di svago, di aggregazione, di cultura e che in questo periodo sta riprendendo piano piano dopo una lunga sospensione delle attività per l’inaspettata pandemia Covid 19. Conclude augurando buon lavoro a tutta l’Assemblea.

Dopo la lettura dei verbali delle assemblee precedenti da parte della Tesoriera e segretaria del Consiglio Direttivo ANCeSCAO Veneto signora Iolanda Stocco ed approvati all’unanimità, riprende la parola il Presidente dell’Assemblea Leone Carollo rivolgendo un pensiero ai Soci che sono mancati durante il periodo di pandemia, fra i quali il socio fondatore e primo Presidente del Coordinamento Regionale ANCeSCAO del Veneto (ora Struttura Regionale ANCeSCAO Veneto) signor Angelo Gasparini deceduto a 95 anni il 30 ottobre 2020.

Menziona nel suo discorso le varie tappe che sono state raggiunte nell’esercizio 2020 e cioè l’elezione del nuovo Consiglio Direttivo della Struttura Regionale, i vari Consigli Direttivi tenuti nel corso dell’anno, allargati, in alcuni, anche ai Presidenti Territoriali Provinciali, sia in presenza, altri in video conferenza per un totale di 13 incontri.

Ricorda le due assemblee fra le quali l’assemblea Straordinaria tenuta il 19 settembre 2020 ove è stato approvato l’Atto ricognitivo  e il nuovo Statuto della Struttura Regionale ANCeSCAO Veneto A.P.S  elaborato secondo la normativa del D. L.vo 117/2017 e conseguente iscrizione all’albo delle A.P.S. della Regione Veneto  con  Decreto n. 4 del 25.02.2021 ed iscritta con il  n. PS/VE0339.

Evidenzia  che, nonostante la chiusura dei Centri per pandemia, la Struttura Regionale ha comunque continuato ad essere presente presso gli organi dirigenziali dei Centri Soci a supporto della gestione amministrativa, con interventi specifici della  segretaria/tesoriera della Struttura signora Iolanda Stocco e dello stesso Presidente sollecitando e contribuendo nella predisposizione documentale per l’iscrizione all’albo delle A.P.S. e alla stesura degli Statuti  secondo le già citate norme del D.L.vo 117/17.

Riassume sinteticamente le risultanze economiche e patrimoniali chiuse al 31.12.2020 che, nonostante il periodo di pandemia, sono state chiuse con un avanzo di gestione.

Conclude che il lavoro fatto è stato svolto con senso di responsabilità da parte di tutto in Consiglio Direttivo, con grande impegno, convinto che se ci sarà collaborazione, sinergia condivisa, reciproco rispetto dei ruoli sarà possibile realizzare i programmi di lavoro di carattere ordinario e gli obiettivi che il Consiglio Direttivo si è prefissato all’inizio del mandato, cioè di completare l’iter di cambiamento che la riforma del Terzo Settore impone nei tempi e nei modi indicati dai decreti attuativi.

Ringraziando tutti coloro che contribuiscono e contribuiranno nei vari modi a rendere più agevole il lavoro intrapreso a beneficio dei Centri Soci e dell’intera famiglia ANCeSCAO ringrazia e augura buon lavoro all’Assemblea.

Segue illustrazione analitica del Bilancio economico e dello stato patrimoniale da parte della segretaria e tesoriera signora Iolanda Stocco servendosi di un supporto a video, specificando tutte le poste e rispondendo puntualmente alle domande sottoposte. Il Bilancio viene approvato all’unanimità.

Prende la parola il Vice Presidente Vicario ANCeSCAO Nazionale dott. Franco Bernardi rivolgendo i suoi personali saluti assieme a quelli del Presidente Nazionale dott. Esarmo Righini impossibilitato a partecipare per precedenti impegni.

Rileva il fatto di una numerosa partecipazione, ciò vuol dire che c’è la voglia di ripartire, di riprendere con desiderio le attività sospese ed incoraggia i presenti a non perdersi d’animo anche se ripartire significa andare a recuperare con difficoltà i tesserati, riaccordarsi con le Amministrazioni Comunali, di far i conti con i mancati introiti a fronte delle spese comunque sostenute delle utenze.

Invita a credere che si sta facendo un grande lavoro per la nostra società perché ha una importanza rilevantissima in quanto stiamo “CREANDO BENESSERE” e quindi, le difficoltà che si incontrano le si devono affrontare con questa convinzione.

"Noi come Nazionale, continua, cerchiamo di dare una mano, perché sappiamo benissimo di tutte le difficoltà che i Centri stanno affrontando, sappiamo benissimo della grande responsabilità che competono ad ogni Presidente ed è per questo che il Nazionale si mette al fianco di ognuno appositamente per superare insieme ad affrontare  gli obblighi che la riforma del Terzo Settore  con il D.L.vo 117/2017 impone."

Illustra brevemente la nuova piattaforma gestionale predisposta dal Nazionale, dell’obbligo della redazione dei bilanci, sugli schemi di bilancio che ogni Centro dovrà adottare non per volontà di ANCeSCAO Nazionale ma per obbligo della riforma del Terzo Settore. "Pertanto, specifica, noi vi stiamo dando una mano attivando una procedura gestionale a cui tutti i centri potranno accedere. Come Nazionale continuiamo a sostenervi inviandovi tutte le comunicazioni riguardanti la gestione, la sicurezza, e altre iniziative anche impegnando il Team Tecnico  in quanto se ci sono dei problemi sia a livello legale che amministrativo esiste questo Team Tecnico a cui ognuno, tramite la segreteria Nazionale si può rivolgere e porre quesiti che di norma in  48 ore viene data risposta. Informa anche che recentemente è stato inviato a tutti un manuale su come gestire in sicurezza il Centro, su come vanno gestiti i volontari ed eventuali dipendenti e quali sono le precauzioni da prendere."

"Fra i servizi che l’ANCeSCAO Nazionale offre, dice, c’è anche il discorso del Turismo sociale, componente fondamentale dell’attività dei Centri. ANCeSCAO Nazionale ha fatto una proposta del tutto libera che vuole essere di supporto per quei piccoli Centri che non riescono ad organizzare turismo  in proprio."

"Mi dispiace, continua, in quanto il Regionale Veneto si stava dando da fare in maniera molto attiva ed impegnata per raggiungere un accordo e che purtroppo per alcuni fraintendimenti non ha potuto portare a termine il suo progetto di turismo sociale."

"Quindi, conclude, sappiamo di essere importanti, sappiamo di essere in tanti, sappiate che se avete bisogno per tutte le vostre problematiche, noi siamo a disposizione, questo è quello che noi tentiamo e possiamo fare, comunque, noi siamo fortemente orgogliosi dei nostri Presidenti, delle nostre Strutture Territoriali, perché vediamo che c’è tanto impegno e tanta buona volontà."

Seguono molti partecipati interventi/domande sulla piattaforma gestionale, sulla gestione dei centri, la comunicazione, corsi, tesseramento, turismo ecc. a cui vengono date sia dal Vice Presidente Vicario Nazionale Franco Bernardi che dal Presidente Regionale Leone Carollo, appropriate risposte per le quali i  presenti si sono dichiarati soddisfatti.

Conclusa l’Assemblea il C.R.A.B. di Badia Polesine ha avuto il piacere di ospitare tutti i delegati e gli ospiti per una condivisione di un più che apprezzato pranzo in un clima simpaticamente conviviale e propositivo per il futuro.

Veneto, #ripresAncescao, 2021